Lydia C.

 

"Il Sartorialist è uno "psicologo" dello stile perchè ne capisce la personalità e il carattere. Solo così può creare un outfit che gli calzi a pennello!"

 

Sartorialist a Milano

In caricamento...

Provengo da un’isola piena di cultura, storia, colori, sapori, eclettica e a volte contraddittoria, ma dal grande fascino, la Sicilia, precisamente dalla città di Messina. Dopo gli studi presso l’Istituto Marangoni di Milano come Fashion Design e un master presso Accademia Del Lusso come fashion editing e stylist, ho avuto svariate esperienze lavorative nel mondo della moda, come stylist, costumista e designer.  Il mio percorso lavorativo mi ha portato a conoscere il “quasi inesplorato” mondo della Moda Uomo, studiandone le evoluzioni e le molteplici opzioni possibili per rendere unico anche un outfit formale.

Un outfit che ti rappresenta?
Abito su misura personalizzato dalle caratteristiche classiche, ma con dettagli particolari e se la persona è abbastanza estrosa un accessorio anche bizzarro.

Un suggerimento per vestire bene?
Massima libertà rispettando però la propria personalità, senza seguire unicamente la scia delle mode.

La caratteristica fondamentale in un Sartorialist?
Sapere ascoltare e immedesimarsi nella persona che si ha di fronte.

Un outfit?
Giacca blu sciancrata, pochette e camicia distintiva. Giocando con trame e colori.

3 parole per descriverti?
Creativa, Versatile, Comunicativa.

Una  tua icona di stile?
Giorgio Armani.

La passione oltre al Fashion?
La musica italiana e l'arte surrealista.

Artista preferito?
Coldplay & Bjork.

Ti piace collezionare qualcosa?
Le scatole di fiammiferi.

Drink che adori?
Birra ghiacciata.

Negozio preferito?
10 Corso Como a Milano.

Stile culturale che ti ha influenzato maggiormente?
I sei di Anversa e attualmente Miuccia Prada.

Un film che ti ha ispirato?
Il grande Gadsby per la ricercatezza e la classe sia dei costumi da donna che da uomo.

Artista preferito?
Rene Magritte e Yves Tanguy.

Città di maggior ispirazione?
Barcellona.

Un viaggio particolare che ti ha influenzato?
In Tunisia, dal mare al deserto.

Tessuto preferito?
Per la donna la seta lavata, per l’uomo la maglieria di cashmere.

Colori preferiti?
L’ottanio. 

Cosa non indosseresti mai o faresti mai indossare?
Tinte di terra (marroni, verdi, beige) con colori a contrasto (rossi, viola, gialli).

Un accessorio maschile che tu apprezzi particolarmente?
Reggicalze uomo.

TOP